29 Novembre 1993: una data indimenticabile

by nikita


2010/11/23, 10:00



povert3Un giorno che molti moldavi non dimenticheranno mai: 29 Novembre 1993.
Ancora oggi, a distanza di venti anni, ripensando a quel tragico giorno, molti moldavi più in là con gli anni, versano lacrime amare. Una data difficile da dimenticare, una notte che cambiò la loro vita. In quel tragico giorno si ritrovarono senza un soldo, una vita di risparmi e sacrifici vanificata da una sciagurata decisione del governo di allora.

Fu la notte che ci fu il passaggio dal coupon al leu. Qualche mese prima c’era stato il passaggio dal rublo al coupon.
Questa fu la tragica equazione: 1000 coupon ( 1000 rubli ) = 1 leu
Ancor oggi a distanza di tanti anni, conversando con alcuni moldavi, persone anziane perlopiù, inevitabilmente si torna a parlare di quel giorno: la notte tragica del 29 Novembre 1993!povert2

Chi aveva depositato in banca o aveva in casa un piccolo risparmio di 1000, 2000 rubli, si ritrovò con 1, 2 lei. Una miseria!.
Che tristezza vedere i volti di quei poveri vecchi rigati di lacrime, ancora oggi, parlando di quel giorno, non riescono a trattenere le lacrime per essere stati miseramente raggirati, per aver perso in una notte tutti i loro risparmi. Tutti hanno una storia da raccontare legata a quel giorno, dei loro progetti svaniti, della disperazione nell’apprendere il mattino dopo di non aver più un soldo.

Quella notte segnò una svolta drammatica per l’economia della Moldova e per la vita della maggior parte dei moldavi, fu l’inizio della fine, tutti persero non solo il denaro ma anche la fiducia nella politica, nella gente, nel futuro, spalancò per molti il baratro della povertà.
Quel triste giorno segnò l’inizio della diaspora moldava, un esodo inarrestabile che ancora oggi, a distanza di venti anni, miete vittime, sancì il disfacimento di molti nuclei familiari, la deriva economica e sociale della Moldova.

Nikita 


Nesuno commento

Aggiungi commento:

You must be logged in to post a comment.