E’ Natale, colindiamo tutti insieme

2015/01/07, 07:09


06012015

Ieri nevicava forte (come da foto).  Una bufera vera e propria. Abbiamo fatto la solita passeggiata, la neve per me ha un certo fascino, sono abituato a climi marini mediterranei. Nella mia Pescara la neve è cosa rara.

Oggi è Natale ortodosso, non ha importanza il giorno in cui è nato Gesù, se il 25 Dicembre o il 7 Gennaio, l’importante è che sia nato. Anche qui in Moldova. Ho letto che insigni “intellettuali” ormai hanno optato per il Natale cattolico, li fa sentire forse più “europei” e trovano altresì ridicolo festeggiare il Natale due volte. Come mai mi chiedo hanno espresso questa opinione rivoluzionaria solo qualche anno fa. Non sono loro che dovrebbero conservare in primis la tradizione e la cultura della loro gente?
(altro…)

Leggi tutto




Una questione di stile

2015/01/05, 06:54


craciun1

I moldavi, dopo aver festeggiato il Natale il 25 Dicembre secondo il “nuovo stile”, cioè secondo il calendario gregoriano, si preparano a festeggiare il secondo Natale “vecchio stile”, il 7 Gennaio. Questa volta seguendo il vecchio calendario giuliano. Dopo qualche giorno, il 14 Gennaio, festeggeranno il Capodanno secondo il “vecchio stile”. E’ l’apoteosi dei due calendari!Un delirio di feste! Giocando con i due calendari i moldavi, in questo periodo dell’anno, riescono a mettere in fila una serie di feste che nel resto del mondo se le sognano! Una serie ininterrotta di festività da far impallidire al confronto il Carnevale di Rio. (altro…)

Leggi tutto




Anno nuovo, vecchi problemi

2015/01/03, 05:56


carta2geografica

Il 2014 appartiene ormai al passato, da pochi giorni il 2015 ha fatto il suo ingresso trionfale carico di speranze. Speranze e promesse. La solita solfa! Stando a quello che è successo in Moldova lo scorso anno il 2015 non induce a grande ottimismo. Anche lo scorso anno ci furono proclami, buoni propositi e promesse. Molte di quelle promesse sono state disattese. La situazione del paese è sempre molto difficile. E’ notizia di questi giorni, peraltro non confermata, che otto villaggi segnati sulla carta geografica sono completamente spopolati. Nessun abitante, nemmeno uno. Almeno altri cinquanta sono abitati da pochissimi superstiti. (altro…)

Leggi tutto