La garanzia

2009/07/07, 09:00


Vorrei raccontare una storiella di qualche anno fa, quando mio suocero era ancora in vita. Vorrei precisare comunque, per scacciare ogni sospetto, che mio suocero non ha lasciato questo mondo per le conseguenze dovute al mio racconto ma causa grave malattia. I miei suoceri vivevano in un piccolo villaggio del nord della Moldova; due pensionati ex insegnanti di scuola media, tiravano avanti con una piccola pensione e con quel poco che un piccolo appezzamento di terra riusciva a dare.

In occasione di una delle mie visite, dopo la solita spaghettata e con qualche “vuoto” in più nel branco di anatre che di solito razzolavano nell’aia, ci accomodammo al fresco in giardino per fare due chiacchiere e bere con tranquillità un buon caffè. Parlammo del più e del meno, l’atmosfera era come al solito rilassata e gioviale, direi cekoviana, da “giardinodeiciliegi”. Fu proprio l’atmosfera distesa che mi ispirò, decisi di fare uno scherzo ai miei suoceri. Mentre parlavamo amabilmente del più e del meno, cambiando repentinamente discorso, dissi con aria seriosa:
– Doamna Iulia, Domnu Petre, vorrei affrontare con voi un discorso molto delicato, eh sì, mi dispiace ma devo dirvi che tempo fa sono stato da voi ingannato…

Leggi tutto