Non è vero che Chisinau è una delle città più brutte del mondo

by nikita


2013/05/26, 09:00



parchichisinauNon è vero che Chisinau è fra le sei città più brutte al mondo. Secondo il solito sito specializzato in stramberie, Ucityguides.com, Chisinau, per i suoi palazzoni ex sovietici, è da considerarsi un'obbrobrio architettonico. Il sito in questione dovrebbe sapere che c'è un prima e un dopo. Cos'era Chisinau nei primi anni del '900? Una piccola città popolata da pochi commercianti ebrei con le loro abitazioni dignitose e un gran numero di povera gente che viveva in case poverissime tirate su utilizzando il "lut". Tutte le case in Moldova, sia nelle città che nei villaggi, venivano costruite con il lut.

Il lut era una malta che si otteneva mescolando la terra con la paglia: si riempivano delle forme di legno che si facevano seccare al sole. Con questi "mattoni" si costruivano le case. In pochi avevano i denari per costruire la casa con mattoni veri.

Con l'avvento dei sovietici, con l'industrializzazione del paese, fu necessario dare una casa a tutte quelle famiglie che si erano trasferite in città per lavorare nelle fabbriche. Così vennero eretti quei tetri palazzoni, saranno anche brutti a vedersi, da far storcere il naso agli urbanisti più raffinati, ma 50-60 anni fa diedero un ricovero a milioni di moldavi provenienti da case costruite con la paglia. I sovietici costruivano le case in economia, senza tanto badare all'aspetto estetico, l'estetica era un lusso che non si potevano permettere.

Quei appartamenti si chiamavano "krushovke", "stalinka", per celebrare il nome del segretario PCUS allora in esercizio. Ancora oggi quelle case sono occupate dalle famiglie di lavoratori, oggi ne sono proprietari, hanno riscattato con pochi lei quelle abitazioni. Hanno una casa, brutta che sia, ma una casa.4053439416 5244635c3b b

Oggi Chsinau può annoverarsi fra le città europee con il più alto tasso di spazi verdi, in pieno centro città ci sono dei parchi bellissimi e curati. In ogni quartiere ci sono zone verdi attrezzate, laghetti artificiali, viali alberati. Palazzoni ex sovietici certo, ma anche tanto verde.

 Nikita 


Nesuno commento

Aggiungi commento:

You must be logged in to post a comment.