La spada e la demagogia

by nikita


2011/03/12, 10:00



meraviglia2Ogni anno in Moldova commemorano la morte di Stefan Cel Mare, il grande eroe moldavo. Si consuma la solita rituale processione di tutti i politici più in vista con i soliti fiori che depositano ai piedi della statua dell’eroe di Borzesti allocata nella Piazza Mare Adunare Nationale.
Ai piedi della statua del “verus christianae fidei athleta”, l’atleta di Cristo, così come veniva chiamato il grande Stefan dal papa del tempo, c’è sempre un via vai di delegazioni che si inchinano ai suoi piedi e depongono fiori.

Le occasioni per queste “visite” non mancano di certo, elenco in ordine quelle più note:
a) l’anniversario della nascita dell’eroe;
b) la commemorazione della sua morte;
c) il giorno del suo matrimonio;
d) il giorno che è caduto da cavallo;
e) il giorno che è guarito dall’incidente;
f) il giorno che il figlio ha messo il primo dentino;
g) il giorno che ha conosciuto la moglie;
h) il giorno che ha mangiato la prima volta le sarmale;
Etc…etc…

Insomma non passa giorno che politici moldavi, associazioni, club vari, congregazioni, istituzioni, corporazioni, non si rechino prima in qualche chiosco di fiori per comprare il solito bouquet da depositare ai piedi dello “sfintu”(santo). In TV si assiste alla stucchevole cerimonia quasi ogni giorno!
L’eroe Stefan assiste con la spada sguainata dall’alto del suo basamento al via vai di delegazioni che si alternano ai suoi piedi. Chissà, forse se non fosse per la gotta che lo affligge, salirebbe in groppa al suo destriero per fuggire via lontano, per andare a trovare il suo vecchio amico Vlad Tepes l’Impalatore, detto anche Dracula.

In Moldova e in Romania Stefan Cel Mare è molto amato: la chiesa ortodossa lo ha fatto santo, il leu moldavo e romeno portano la sua effige e ha fatto costruire quasi tutti i monasteri della zona. L’eroe moldavo è passato alla storia per aver sconfitto i turchi nella battaglia di Schieia ma, purtroppo, non riesce a sconfiggere la demagogia e la retorica che, ahimè, si consuma ogni giorno ai suoi piedi.
La demagogia, a volte, è più forte della spada.

Nikita 


Nesuno commento

Aggiungi commento:

You must be logged in to post a comment.